Come sceglierete i politici, quanti e quanto li pagherete

Per me fare il cittadino politico deve essere un lavoro PROFESSIONALE di grande impegno e di esempio, anche educativo per tutti gli altri cittadini.

Scudetto

Un politico eletto dal popolo deve essere VIRTUOSO, RESPONSABILE e ONESTO e con COMPETENZE per poter guidare il paese nel presente e nel futuro non dimenticando il passato. Deve stare tra la Gente per la Gente, per capire i fabbisogni dei cittadini italiani.

Cittadino politico

I politici sono cittadini italiani per cui per il loro impegno percepiranno uno stipendio di 5.000,00 euro con contratto a tempo determinato di 5 anni (salvo licenziamento per giusta causa) e il rimborso spese come un normale dipendente verificabile tramite Carta d’Identità Digitale. Essendo eletto dalla sovranità popolare tutti i suoi movimenti economici saranno PUBBLICI e tutti i cittadini potranno verificarli on line.

I cittadini Politici possono fare SOLO due mandati.

I rimborsi spese per chi abita lontano da Roma e devono stare tutta la settimana alla Camera o al Senato prevedono un trattamento pari a quelli di un qualsiasi lavoratore italiano. Per cui Taxi, Mezzi pubblici, B&B, pizzerie e trattorie, nessun hotel 5 stelle, auto blu con autista o affitti di appartamenti. Un cittadino Politico deve stare tra la Gente per la Gente vivendo come la Gente, solo così potrà capirne bisogni e fabbisogni. I rimborsi spesi saranno effettuati solo se giustificati come in una normale azienda.

Le tasse, l’assistenza sanitaria, la pensione come tutti gli altri lavoratori e cittadini italiani.

Anche davanti alla Giustizia avranno gli stessi diritti dei cittadini (no immunità parlamentare e altri privilegi).

L’obbligo di presenza al lavoro come tutti gli altri lavoratori e cittadini italiani e se si devono assentare devono chiedere un permesso e le assenze non giustificate non saranno retribuite come tutti gli altri lavoratori e cittadini italiani.

Se un candidato prima di entrare nel Governo era un dipendente, di un’azienda pubblica o privata, avrà una sospensione dall’attuale lavoro con un reintegro a fine mandato di Cittadino Politico.

La Camera e il Senato

Le due Camere lavoreranno dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 per 8 ore al giorno come tutti come tutti gli altri lavoratori e cittadini italiani.

Le votazioni saranno pubbliche con nome e cognome e cosa ha votato, i cittadini devono sapere cosa fa il loro delegato.

Tutti giorni per tutto l’orario di lavoro le telecamere manderanno on line tutti i lavori dei Deputati e dei Senatori, i cittadini potranno seguire in diretta (grazie alla Carta d’Identità Digitale) i loro interessi rappresentati dai loro Cittadini Politici che li rappresentano.

Per accedere e votare alla Camera e al Senato servirà l’impronta digitale questo per evitare brogli, sotterfugi e franchi tiratori, qui si parla dei diritti dei cittadini.

La struttura a matrice

Per organizzare al meglio Stato, Regioni, Province e Comuni utilizzeremo la struttura a matrice (tipica delle aziende) che si sviluppa su due dimensioni: una tipicamente funzionale ed un’altra specifica del business (che per noi sarà il territorio Comuni, Province e Regioni). Un esempio tipico di organizzazione a matrice è quella che prevedere più “project manager” (Sottosegretari, Consiglieri regionali, Sindaci, Consiglieri Comunali e Assessori) che sono responsabili di una specifica porzione di business in senso orizzontale, e che attingono tempo e risorse dalle varie funzioni (Ministeri). Queste strutture hanno il vantaggio di coniugare specializzazione, competenze e coordinamento.

Il cittadino politico deve stare tra la Gente per la Gente
e non tra i politici per il partito.

Dovendo lavorare tra la Gente per la Gente è più corretto che la scelta del numero di politici sia territoriale e per competenze e non per partito e poltrone. Oltre alla Politica dobbiamo anche gestire l’Azienda Italia e se facciamo il paragone con qualsiasi azienda nel mondo ci sono gli azionisti (cittadini) che scelgono il Presidente e il consiglio d’amministrazione (Presidente del Consiglio, Senatori e Deputati) che gestiscono l’azienda con i vari dirigenti, capi area, responsabili prodotto, ecc ecc. Tutte queste persone devono portare risultati agli azionisti.

La struttura avrà più presenze nel Comune (chi conosce meglio il territorio ed è tutti i giorni tra la Gente per la Gente), nelle province (che coordinano e controllano l’organizzazione, la tempistica e la spesa dei Comuni) meno presenze nelle regioni (sono dei capi area e si interfacceranno tra i cittadini e i Deputati). I deputati dovranno verificare e presentare i progetti, le proposte, i fabbisogni dei cittadini al Senato il quale dovrà fare il controllo qualità e costi, verificare che sia tutto in linea con la Costituzione, a favore dell’Italia e degli italiani.

I consiglieri comunali e gli assessori non avranno una interfaccia con i seguenti Ministeri: Ministero per i rapporti con il Parlamento, Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale, Ministero della Giustizia e Ministero della difesa. I rapporti con questi Ministeri saranno tenuti dai Sindaci che se necessario attiveranno un Consigliere e/o un Assessore per progetti specifici.

Carica

n° politici attuali

Cittadini politici dopo MGO

competenza

Trattamento del cittadino politico

Totale

Presidente del Consiglio 1 1 5.000,00 € 5.000,00 €
Deputati 630 110 1 per provincia 5.000,00 € 550.000,00 €
Senatori 315 20 1 per regione 5.000,00 € 100.000,00 €
Ministri 18 18 1 per Ministero 5.000,00 € 90.000,00 €
Sottosegretari 72 4 per Ministro 2.500,00 € 180.000,00 €
Sindaci 7982 7982 1 per Comune 2.500,00 € 19.955.000,00 €
Consiglieri comunali 120490 111748 14 per Comune 1.500,00 € 167.622.000,00 €
Assessori 35254 111748 14 per Comune 1.000,00 € 111.748.000,00 €
Totali 164690 231699     300.250.000,00 €

MINISTRI E SOTTOSEGRETARI

Presidente del Consiglio dei Ministri, avendo ricevuto mandato da tutti i cittadini italiani, deve sovrintendere tutti i lavori per ottenere il massimo per l’Italia e gli italiani nel più breve tempo possibile al minor costo. Dovrà rispettare e far rispettare a tutti i Ministri il programma presente in questo sito. Dovrà tenere i rapporti tra Stato e cittadini.

Sottosegretari Ministro Presidenza del Consiglio dei Ministri, avendo ricevuto mandato da tutti i cittadini italiani, devono aiutare il Presidente del Consiglio dei Ministri a sovrintendere tutti i lavori per ottenere il massimo per l’Italia e gli italiani nel più breve tempo possibile al minor costo. Dovranno aiutare il Presidente del Consiglio dei Ministri a coordinare tutte le soluzioni dei Ministri. Dovranno rispettare e far rispettare a tutti i Ministri il programma presente in questo sito.

Ministri Senza Portafoglio

Ministro per i Rapporti con il Parlamento

Il Ministro, avendo ricevuto mandato da tutti i cittadini italiani, deve sovrintendere tutti i lavori per ottenere il massimo per l’Italia e gli italiani nel più breve tempo possibile al minor costo. Dovrà coordinare tutte  le soluzioni dei Ministri.

Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione

Nei primi 100 giorni deve introdurre e rendere attiva la Carta d’Identità Digitale, contribuirà al riassetto della RAI.

Il Ministro, avendo ricevuto mandato da tutti i cittadini italiani, deve sovrintendere tutti i lavori per ottenere il massimo per l’Italia e gli italiani nel più breve tempo possibile al miglior costo. Dovrà presentare agli studenti delle Università il problema da risolvere. Una volta ottenute le soluzioni le dovrà presentare in Parlamento, in seguito (se il progetto lo richiede) presentare ai cittadini le due soluzioni migliori per un referendum on line (senza costi per i cittadini). Il progetto dovrà essere completo con costi, tempi e dove si prendono le risorse economiche.

Il Ministro dovrà incontrare (in videoconferenza) una volta al mese tutte le Università coinvolte dai Sottosegretari.

I Sottosegretari dovranno incontrare una volta alla settimana tutte le Università coinvolte e in seguito andare ad incontrare i gruppi di lavoro che avranno deciso di partecipare per portare le soluzioni migliori. Dovranno anche coordinarsi con gli altri Ministeri per rendere i progetti integrati tra di loro.

I gruppi di lavoro degli studenti delle Università (che in tutte le Università italiane gli studenti sono oltre 1,6 milioni) che porteranno le due soluzioni migliori verranno remunerati. I due gruppi di lavoro degli studenti lavoreranno insieme al progetto scelto per portarlo a termine con regolare contratto di lavoro. Daremo l’opportunità di fare attività di formazione, scuola-lavoro e coadiuvati dai docenti avremo le idee migliori eseguite al meglio con i costi migliori.

Facoltà di Economia. Per materie come economia, matematica, finanza, marketing e diritto. Alcune università utilizzano la dicitura Facoltà di Economia Aziendale, Facoltà di Economia e Management o Facoltà di Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative.

Facoltà di Giurisprudenza. Per avvocati, notai e magistrati.

Facoltà di Ingegneria dell’Informazione. Per la ricerca di tecnologie e dispositivi, sensori, circuiti integrati a radiofrequenza, sistemi wireless, ingegneria del software, sistemi e reti di telecomunicazione.

Facoltà di Interpretariato e Traduzione. Per diventare traduttore o interprete.

Facoltà di Lettere e Filosofia. Per insegnanti o per la storia, il latino, italiano e le materie umanistiche.

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere. Per le lingue straniere per interpreti e insegnanti di lingua.

Facoltà di Mediazione Linguistica e Culturale. Fornisce competenze nei linguaggi specialistici e nella comunicazione; ma anche conoscenze relative alle lingue straniere come veicolo di mediazione linguistica e culturale, in particolare nei settori del commercio estero e del turismo, attraverso le modalità dell’interpretazione e della traduzione.

Facoltà di Psicologia. Per diventare psicologo. In alcuni casi viene chiamata anche Facoltà di psicologia e scienze cognitive.

Facoltà di Informatica. Per l’informatica.

Facoltà di Scienze Politiche. Economia, diritto, storia e politica: tante sono le materie che si studiano in questa facoltà. L’obiettivo? Per lavorare nelle organizzazioni internazionali o nelle amministrazioni pubbliche.

Facoltà di Scienze Sociali. La laurea in Scienze Sociali forma professionisti che vogliono diventare assistenti sociali.

Facoltà di Scienze Statistiche. Per la statistica, analizzare campioni e fare indagini.

Facoltà di Sociologia. Studiare la società, i comportamenti umani nella comunità e il loro evolversi.

Ministro per gli Affari regionali

Il Ministro, avendo ricevuto mandato da tutti i cittadini italiani, si dovrà consultare con gli altri Ministri per rendere sinergici tutti i progetti sul territorio regionale e dovrà coordinare il lavoro delle Regioni.

Ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno

Il Ministro, avendo ricevuto mandato da tutti i cittadini italiani, si dovrà consultare con gli altri Ministri per rendere sinergici tutti i progetti sul territorio Nazionale e dovrà coordinare il lavoro delle Province.

Ministro per lo Sport

Nei primi 100 giorni deve verificare tutte le strutture (fare una mappatura con il contributo delle Università e delle Associazioni sportive). Fare un Albo di tutti gli sportivi, Associazioni, strutture per sviluppare lo sport come forma educativa e di rispetto, contribuirà al riassetto della RAI dando spazio a tutti gli sport.

Il Ministro, avendo ricevuto mandato da tutti i cittadini italiani, deve sovrintendere tutti i lavori per ottenere il massimo per l’Italia e gli italiani nel più breve tempo possibile al miglior costo. Dovrà presentare agli studenti delle Università il problema da risolvere. Una volta ottenute le soluzioni le dovrà presentare in Parlamento, in seguito (se il progetto lo richiede) presentare ai cittadini le due soluzioni migliori per un referendum on line (senza costi per i cittadini). Il progetto dovrà essere completo con costi, tempi e dove si prendono le risorse economiche.

Il Ministro dovrà incontrare (in videoconferenza) una volta al mese tutte le Università coinvolte dai Sottosegretari.

I Sottosegretari dovranno incontrare una volta alla settimana tutte le Università coinvolte e in seguito andare ad incontrare i gruppi di lavoro che avranno deciso di partecipare per portare le soluzioni migliori. Dovranno anche coordinarsi con gli altri Ministeri per rendere i progetti integrati tra di loro.

I gruppi di lavoro degli studenti delle Università (che in tutte le Università italiane gli studenti sono oltre 1,6 milioni) che porteranno le due soluzioni migliori verranno remunerati. I due gruppi di lavoro degli studenti lavoreranno insieme al progetto scelto per portarlo a termine con regolare contratto di lavoro. Daremo l’opportunità di fare attività di formazione, scuola-lavoro e coadiuvati dai docenti avremo le idee migliori eseguite al meglio con i costi migliori.

Facoltà di Architettura. Le materie principali che si studiano sono Costruzioni, Estetica, Disegno, Progettazione e Matematica.

Facoltà di Architettura Urbanistica e Ingegneria delle costruzioni. Dal 2015, la Scuola di Architettura Urbanistica e Ingegneria delle costruzioni ha sostituito la Scuola di Architettura e Società del Politecnico di Milano.

Facoltà di Economia. Per materie come economia, matematica, finanza, marketing e diritto. Alcune università utilizzano la dicitura Facoltà di Economia Aziendale, Facoltà di Economia e Management o Facoltà di Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative.

Facoltà di Ingegneria. Per ingegneri. Gli indirizzi di specializzazione sono molti: informatica, chimica e biochimica, aerospaziale, biomedica, meccanica, gestionale, edile etc.

Facoltà di Ingegneria Industriale o dei Processi Industriali. Per Fisica Ambientale Applicata, Fisica Industriale Applicata, Bioingegneria Industriale, Disegno Industriale, Impianti Industriali, Macchine a Fluido, Meccanica Applicata, Metallurgia, Fondamenti Chimici per le Tecnologie, Scienza dei Materiali e Tecnologie di fabbricazione.

Facoltà di Ingegneria dell’Informazione. Per la ricerca di tecnologie e dispositivi, sensori, circuiti integrati a radiofrequenza, sistemi wireless, ingegneria del software, sistemi e reti di telecomunicazione.

Facoltà di Ingegneria Edile. Per architettura, ingegneria edile.

Facoltà di Interpretariato e Traduzione. Per diventare traduttore o interprete.

Facoltà di Mediazione Linguistica e Culturale. Fornisce competenze nei linguaggi specialistici e nella comunicazione; ma anche conoscenze relative alle lingue straniere come veicolo di mediazione linguistica e culturale, in particolare nei settori del commercio estero e del turismo, attraverso le modalità dell’interpretazione e della traduzione.

Facoltà di Medicina e Chirurgia. La facoltà di Medicina e Chirurgia è una laurea magistrale a ciclo unico al cui termine è prevista un’ulteriore percorso di specializzazione.

Facoltà di Professioni Sanitarie. I corsi in Professioni sanitarie sono 22, tra cui Ostetricia, Infermieristica, Fisioterapia, Logopedia, Igiene dentale.

Facoltà di Scienze del Farmaco. L’obiettivo dei corsi di laurea in scienze del farmaco è lo sviluppo di progetti nel campo del farmaco e di prodotti della salute.

Facoltà di Scienze del Benessere o Facoltà di Scienze Motorie. Per lavorare nel settore delle attività motorie e sportive.

Facoltà di Scienze della Comunicazione. Per lavorare nell’ambito della comunicazione e della pubblicità online e non, in ambito pubblico o privato

Facoltà di Informatica. Per l’informatica.

Facoltà di Scienze Sociali. La laurea in Scienze Sociali forma professionisti che vogliono diventare assistenti sociali.

Facoltà di Scienze Statistiche. Per la statistica, analizzare campioni e fare indagini.

Facoltà di Sociologia. Studiare la società, i comportamenti umani nella comunità e il loro evolversi.

Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

I compiti sono disciplinati dalla legge 23 aprile 2003, n. 109, ovvero le funzioni di rappresentanza e di tutela degli interessi dell’Italia in sede internazionale, che spettano allo Stato sulla base dell’articolo 117 della Costituzione della Repubblica Italiana, relativi ai rapporti politici, economici, sociali e culturali con l’estero, di rapporti con gli altri Stati e con le Organizzazioni internazionali. Il Ministero rappresenta l’Italia (attraverso i cosiddetti “ministri plenipotenziari”) per la stipulazione e la revisione dei trattati e convenzioni internazionali, per le questioni di diritto internazionale e il contenzioso.

In relazione alle istituzioni dell’Unione europea rappresenta la posizione italiana nella politica estera e di sicurezza comune, la PESC, prevista dal trattato dell’Unione europea e nei rapporti attinenti alle relazioni politiche ed economiche esterne dell’Unione europea, della Comunità europea e dell’EURATOM. Coopera con le Organizzazioni internazionali per lo sviluppo, l’emigrazione e la tutela degli italiani e lavoratori all’estero. Spettano, invece, alla Presidenza del Consiglio dei ministri le funzioni di partecipazione dello Stato italiano all’Unione europea, nonché all’attuazione delle relative politiche.

Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale è componente del Consiglio supremo di difesa.

Nei primi 100 giorni deve verificare come interagire con la via della seta a beneficio dell’Italia e degli italiani. Studio preliminare per la proposta degli Stati Uniti d’Europa da sottoporre a tutti i cittadini italiani.  

Il Ministro, avendo ricevuto mandato da tutti i cittadini italiani, deve sovrintendere tutti i lavori per ottenere il massimo per l’Italia e gli italiani nel più breve tempo possibile al miglior costo. Dovrà presentare agli studenti delle Università il problema da risolvere. Una volta ottenute le soluzioni le dovrà presentare in Parlamento, in seguito (se il progetto lo richiede) presentare ai cittadini le due soluzioni migliori per un referendum on line (senza costi per i cittadini). Il progetto dovrà essere completo con costi, tempi e dove si prendono le risorse economiche.

Il Ministro dovrà incontrare (in videoconferenza) una volta al mese tutte le Università coinvolte dai Sottosegretari.

I Sottosegretari dovranno incontrare una volta alla settimana tutte le Università coinvolte e in seguito andare ad incontrare i gruppi di lavoro che avranno deciso di partecipare per portare le soluzioni migliori. Dovranno anche coordinarsi con gli altri Ministeri per rendere i progetti integrati tra di loro.

I gruppi di lavoro degli studenti delle Università (che in tutte le Università italiane gli studenti sono oltre 1,6 milioni) che porteranno le due soluzioni migliori verranno remunerati. I due gruppi di lavoro degli studenti lavoreranno insieme al progetto scelto per portarlo a termine con regolare contratto di lavoro. Daremo l’opportunità di fare attività di formazione, scuola-lavoro e coadiuvati dai docenti avremo le idee migliori eseguite al meglio con i costi migliori.

Facoltà di Economia. Per materie come economia, matematica, finanza, marketing e diritto. Alcune università utilizzano la dicitura Facoltà di Economia Aziendale, Facoltà di Economia e Management o Facoltà di Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative.

Facoltà di Giurisprudenza. Per avvocati, notai e magistrati.

Facoltà di Interpretariato e Traduzione. Per diventare traduttore o interprete.

Facoltà di Lettere e Filosofia. Per insegnanti o per la storia, il latino, italiano e le materie umanistiche.

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere. Per le lingue straniere per interpreti e insegnanti di lingua.

Facoltà di Mediazione Linguistica e Culturale. Fornisce competenze nei linguaggi specialistici e nella comunicazione; ma anche conoscenze relative alle lingue straniere come veicolo di mediazione linguistica e culturale, in particolare nei settori del commercio estero e del turismo, attraverso le modalità dell’interpretazione e della traduzione.

Facoltà di Scienze e Tecnologie. La facoltà di scienze e tecnologie è per chi si occuperà della gestione dell’ambiente e dell’innovazione nel rispetto dell’ambiente.

Facoltà di Scienze Statistiche. Per la statistica, analizzare campioni e fare indagini.

Facoltà di Sociologia. Studiare la società, i comportamenti umani nella comunità e il loro evolversi.

Facoltà di Studi Orientali. La facoltà di studi orientali è volta a chi vuole specializzarsi nella conoscenza delle lingue e culture di Paesi Asiatici, tra cui russo, cinese e giapponese.

Ministero dell’Interno

Il ministro dell’interno è il vertice politico dell’amministrazione dell’Interno. Da egli dipende la Polizia di Stato, il Corpo nazionale dei vigili del fuoco e i prefetti. Egli è inoltre componente del Consiglio supremo di difesa.

Le principali funzioni del ministero sono regolate dal decreto legislativo 30 luglio 1999, nº 300[4] e consistono nell’assicurare: garanzia della regolare costituzione degli organi elettivi degli enti locali e del loro funzionamento, regolamentazione della finanza locale e dei servizi elettorali, vigilanza sullo stato civile e sull’anagrafe e attività di collaborazione con gli enti locali
tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica e coordinamento delle forze di polizia
amministrazione generale e rappresentanza generale di governo sul territorio
tutela dei diritti civili, ivi compresi quelli delle confessioni religiose, di cittadinanza, immigrazione e asilo
Attualmente, i suoi compiti sono disciplinati dai decreti del presidente della Repubblica 5 giugno 1976 n. 676 e 7 settembre 2001 n. 398.

Nei primi 100 giorni deve migliorare la sicurezza integrando il digitale, la videosorveglianza, la Polizia Postale delle Comunicazioni con gli altri organi, interagire con il progetto Carta d’Identità Digitale, contribuirà al riassetto della RAI. Collaborerà con il Ministro della Giustizia per adeguare l’impianto legislativo affinché le Forze dell’Ordine possano svolgere il loro lavoro in sicurezza garantendo nello stesso momento la sicurezza al cittadino Onesto.

Il Ministro, avendo ricevuto mandato da tutti i cittadini italiani, deve sovrintendere tutti i lavori per ottenere il massimo per l’Italia e gli italiani nel più breve tempo possibile al miglior costo. Dovrà presentare agli studenti delle Università il problema da risolvere. Una volta ottenute le soluzioni le dovrà presentare in Parlamento, in seguito (se il progetto lo richiede) presentare ai cittadini le due soluzioni migliori per un referendum on line (senza costi per i cittadini). Il progetto dovrà essere completo con costi, tempi e dove si prendono le risorse economiche.

Il Ministro dovrà incontrare (in videoconferenza) una volta al mese tutte le Università coinvolte dai Sottosegretari.

I Sottosegretari dovranno incontrare una volta alla settimana tutte le Università coinvolte e in seguito andare ad incontrare i gruppi di lavoro che avranno deciso di partecipare per portare le soluzioni migliori. Dovranno anche coordinarsi con gli altri Ministeri per rendere i progetti integrati tra di loro.

I gruppi di lavoro degli studenti delle Università (che in tutte le Università italiane gli studenti sono oltre 1,6 milioni) che porteranno le due soluzioni migliori verranno remunerati. I due gruppi di lavoro deli studenti lavoreranno insieme al progetto scelto per portarlo a termine con regolare contratto di lavoro. Daremo l’opportunità di fare attività di formazione, scuola-lavoro e coadiuvati dai docenti avremo le idee migliori eseguite al meglio con i costi migliori.

Facoltà di Informatica. Per l’informatica.

Facoltà di Scienze Politiche. Economia, diritto, storia e politica: tante sono le materie che si studiano in questa facoltà. L’obiettivo? Per lavorare nelle organizzazioni internazionali o nelle amministrazioni pubbliche.

Facoltà di Scienze Sociali. La laurea in Scienze Sociali forma professionisti che vogliono diventare assistenti sociali.

Facoltà di Scienze Statistiche. Per la statistica, analizzare campioni e fare indagini.

Ministero della Giustizia

Il Ministero della Giustizia ha come compito precipuo quello di:

sovraintendere all’organizzazione dei servizi della giustizia, intesi quelli di organizzare gli uffici giudiziari come tribunali, corti, e servizi afferenti (uffici giudiziari, cancellerie, segreterie, ecc.);
sovraintendere ai penitenziari di Stato, sia gestendo i carcerati e le carceri esistenti tramite la Polizia Penitenziaria – che dal dicastero dipende – sia effettuando manutenzione o costruendo nuove strutture;
gestire le strutture dei servizi minorili per la giustizia, sia per i minore che versano in particolari problemi (adozioni, perdita della famiglia, affidamenti, ecc.), sia che abbiano compiuto reati (cosiddetti riformatori minorili);
gestire degli archivi notarili, ossia gli uffici ove vengono depositati i testamenti e altri atti dai notai; vigila sugli ordini e collegi professionali (quali ad es. avvocati, notai, medici, commercialisti, ingegneri, geometri, periti, ecc.);
amministrare il casellario giudiziale, ossia la banca dati dove sono iscritte tutte le condanne subite; sovraintende alla cooperazione internazionale in materia civile e penale;
istruire le domande di grazia da proporre al Presidente della Repubblica;
curare la pubblicazione di tutti gli atti normativi sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana;
sovraintendere alle modifiche dei codici civile, penale, di procedura civile e penale.

Nei primi 100 giorni deve collaborare alla realizzazione della Carta d’Identità Digitale. Implementare la Polizia Postale delle Comunicazioni con 10.000 ethical Hacker per dare assistenza alle forze dell’ordine. Collaborerà con il Ministro della dell’Interno per adeguare l’impianto legislativo affinché le Forze dell’Ordine possano svolgere il loro lavoro in sicurezza garantendo nello stesso momento la sicurezza al cittadino Onesto. Contribuirà al riassetto della RAI.

Il Ministro, avendo ricevuto mandato da tutti i cittadini italiani, deve sovrintendere tutti i lavori per ottenere il massimo per l’Italia e gli italiani nel più breve tempo possibile al miglior costo. Dovrà presentare agli studenti delle Università il problema da risolvere. Una volta ottenute le soluzioni le dovrà presentare in Parlamento, in seguito (se il progetto lo richiede) presentare ai cittadini le due soluzioni migliori per un referendum on line (senza costi per i cittadini). Il progetto dovrà essere completo con costi, tempi e dove si prendono le risorse economiche.

Il Ministro dovrà incontrare (in videoconferenza) una volta al mese tutte le Università coinvolte dai Sottosegretari.

I Sottosegretari dovranno incontrare una volta alla settimana tutte le Università coinvolte e in seguito andare ad incontrare i gruppi di lavoro che avranno deciso di partecipare per portare le soluzioni migliori. Dovranno anche coordinarsi con gli altri Ministeri per rendere i progetti integrati tra di loro.

I gruppi di lavoro degli studenti delle Università (che in tutte le Università italiane gli studenti sono oltre 1,6 milioni) che porteranno le due soluzioni migliori verranno remunerati. I due gruppi di lavoro deli studenti lavoreranno insieme al progetto scelto per portarlo a termine con regolare contratto di lavoro. Daremo l’opportunità di fare attività di formazione, scuola-lavoro e coadiuvati dai docenti avremo le idee migliori eseguite al meglio con i costi migliori.

Facoltà di Beni Culturali o Conservazione di Beni Culturali. La facoltà di Beni Culturali studia principalmente civiltà antiche, storia, diritto, letteratura e arte. Per specializzarsi in archivistica esiste anche la Scuola Speciale Archivisti e Bibliotecari.

Facoltà di Giurisprudenza. Per avvocati, notai e magistrati.

Facoltà di Ingegneria dell’Informazione. Per la ricerca di tecnologie e dispositivi, sensori, circuiti integrati a radiofrequenza, sistemi wireless, ingegneria del software, sistemi e reti di telecomunicazione.

Facoltà di Interpretariato e Traduzione. Per diventare traduttore o interprete.

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere. Per le lingue straniere per interpreti e insegnanti di lingua.

Facoltà di Mediazione Linguistica e Culturale. Fornisce competenze nei linguaggi specialistici e nella comunicazione; ma anche conoscenze relative alle lingue straniere come veicolo di mediazione linguistica e culturale, in particolare nei settori del commercio estero e del turismo, attraverso le modalità dell’interpretazione e della traduzione.

Facoltà di Psicologia. Per diventare psicologo. In alcuni casi viene chiamata anche Facoltà di psicologia e scienze cognitive.

Facoltà di Informatica. Per l’informatica.

Facoltà di Scienze Politiche. Economia, diritto, storia e politica: tante sono le materie che si studiano in questa facoltà. L’obiettivo? Per lavorare nelle organizzazioni internazionali o nelle amministrazioni pubbliche.

Facoltà di Scienze Sociali. La laurea in Scienze Sociali forma professionisti che vogliono diventare assistenti sociali.

Facoltà di Scienze Statistiche. Per la statistica, analizzare campioni e fare indagini.

Facoltà di Sociologia. Studiare la società, i comportamenti umani nella comunità e il loro evolversi.

Ministero della Difesa

Il ministro ha il compito di sovrintendere al coordinamento della difesa italiana. Egli è incaricato di riferire al Parlamento le implicazioni militari d’Italia, la ripartizione di spesa militare, lo stato di attuazione dei programmi difensivi nazionali.

Tale attività deve essere coordinata con quella del Presidente della repubblica che presiede il Consiglio supremo di difesa, incarico da considerarsi non puramente onorifico, laddove il ministro della difesa è mero componente. Il ministro della difesa, in relazione ai magistrati militari e al Consiglio della magistratura militare, ha le medesime funzioni del ministro della giustizia in seno al Consiglio superiore della magistratura.

Infine, il ministro è anche “cancelliere” e “tesoriere” dell’Ordine militare d’Italia.

Nei primi 100 giorni deve implementare l’esercito con collegamenti alla Polizia Postale delle Comunicazioni per la difesa della pace e la difesa da attentati terroristici anche utilizzando la rete, contribuirà al riassetto della RAI.

Il Ministro, avendo ricevuto mandato da tutti i cittadini italiani, deve sovrintendere tutti i lavori per ottenere il massimo per l’Italia e gli italiani nel più breve tempo possibile al miglior costo. Dovrà presentare agli studenti delle Università il problema da risolvere. Una volta ottenute le soluzioni le dovrà presentare in Parlamento, in seguito (se il progetto lo richiede) presentare ai cittadini le due soluzioni migliori per un referendum on line (senza costi per i cittadini). Il progetto dovrà essere completo con costi, tempi e dove si prendono le risorse economiche.

Il Ministro dovrà incontrare (in videoconferenza) una volta al mese tutte le Università coinvolte dai Sottosegretari.

I Sottosegretari dovranno incontrare una volta alla settimana tutte le Università coinvolte e in seguito andare ad incontrare i gruppi di lavoro che avranno deciso di partecipare per portare le soluzioni migliori. Dovranno anche coordinarsi con gli altri Ministeri per rendere i progetti integrati tra di loro.

I gruppi di lavoro degli studenti delle Università (che in tutte le Università italiane gli studenti sono oltre 1,6 milioni) che porteranno le due soluzioni migliori verranno remunerati. I due gruppi di lavoro degli studenti lavoreranno insieme al progetto scelto per portarlo a termine con regolare contratto di lavoro. Daremo l’opportunità di fare attività di formazione, scuola-lavoro e coadiuvati dai docenti avremo le idee migliori eseguite al meglio con i costi migliori.

Facoltà di Architettura Urbanistica e Ingegneria delle costruzioni. Dal 2015, la Scuola di Architettura Urbanistica e Ingegneria delle costruzioni ha sostituito la Scuola di Architettura e Società del Politecnico di Milano.

Facoltà di Beni Culturali o Conservazione di Beni Culturali. La facoltà di Beni Culturali studia principalmente civiltà antiche, storia, diritto, letteratura e arte. Per specializzarsi in archivistica esiste anche la Scuola Speciale Archivisti e Bibliotecari.

Facoltà di Biotecnologie o Scienze Biotecnologiche. Per tecnici di laboratorio medico di analisi, biologo o agrotecnico.

Facoltà di Economia. Per materie come economia, matematica, finanza, marketing e diritto. Alcune università utilizzano la dicitura Facoltà di Economia Aziendale, Facoltà di Economia e Management o Facoltà di Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative.

Facoltà di Giurisprudenza. Per avvocati, notai e magistrati.

Facoltà di Ingegneria. Per ingegneri. Gli indirizzi di specializzazione sono molti: informatica, chimica e biochimica, aerospaziale, biomedica, meccanica, gestionale, edile etc.

Facoltà di Ingegneria Industriale o dei Processi Industriali. Per Fisica Ambientale Applicata, Fisica Industriale Applicata, Bioingegneria Industriale, Disegno Industriale, Impianti Industriali, Macchine a Fluido, Meccanica Applicata, Metallurgia, Fondamenti Chimici per le Tecnologie, Scienza dei Materiali e Tecnologie di fabbricazione.

Facoltà di Ingegneria dell’Informazione. Per la ricerca di tecnologie e dispositivi, sensori, circuiti integrati a radiofrequenza, sistemi wireless, ingegneria del software, sistemi e reti di telecomunicazione.

Facoltà di Interpretariato e Traduzione. Per diventare traduttore o interprete.

Facoltà di Mediazione Linguistica e Culturale. Fornisce competenze nei linguaggi specialistici e nella comunicazione; ma anche conoscenze relative alle lingue straniere come veicolo di mediazione linguistica e culturale, in particolare nei settori del commercio estero e del turismo, attraverso le modalità dell’interpretazione e della traduzione.

Facoltà di Psicologia. Per diventare psicologo. In alcuni casi viene chiamata anche Facoltà di psicologia e scienze cognitive.

Facoltà di Chimica. Per appassionati di Chimica, Fisica e Matematica e vorrebbero lavorare in laboratorio.

Facoltà di Scienze del Benessere o Facoltà di Scienze Motorie. Per lavorare nel settore delle attività motorie e sportive.

Facoltà di Scienze e Tecnologie. La facoltà di scienze e tecnologie è per chi si occuperà della gestione dell’ambiente e dell’innovazione nel rispetto dell’ambiente.

Facoltà di Informatica. Per l’informatica.

Facoltà di Scienze Politiche. Economia, diritto, storia e politica: tante sono le materie che si studiano in questa facoltà. L’obiettivo? Per lavorare nelle organizzazioni internazionali o nelle amministrazioni pubbliche.

Facoltà di Scienze Statistiche. Per la statistica, analizzare campioni e fare indagini.

Facoltà di Sociologia. Studiare la società, i comportamenti umani nella comunità e il loro evolversi.

Facoltà di Studi Orientali. La facoltà di studi orientali è volta a chi vuole specializzarsi nella conoscenza delle lingue e culture di Paesi Asiatici, tra cui russo, cinese e giapponese.

Ministero dell’Economia e delle Finanze

Il Ministero dell’economia e delle finanze ai sensi del D. Lgs. n. 300/1999, esercita le funzioni e i compiti spettanti allo Stato in materia di politica economica, politica finanziaria e di bilancio, in relazione alla programmazione degli investimenti pubblici, coordinamento della spesa pubblica e verifica dei suoi andamenti, politiche fiscali e sistema tributario, demanio e patrimonio statale, catasto e dogane, programmazione, coordinamento e verifica degli interventi per lo sviluppo economico, territoriale e settoriale e politiche di coesione.

Ha il compito precipuo di organizzare la formazione e gestione del bilancio dello Stato, compresi gli adempimenti di tesoreria e la verifica dei relativi andamenti e flussi di cassa, assicurandone il raccordo operativo con gli adempimenti in materia di copertura del fabbisogno finanziario, nonché alla verifica della quantificazione degli oneri derivanti dai provvedimenti e dalle innovazioni normative ed al monitoraggio della spesa coordinandone e verificandone gli andamenti e svolgendo i controlli previsti dall’ordinamento.

Cura la programmazione economica e finanziaria, il coordinamento e la verifica degli interventi per lo sviluppo economico territoriale e settoriale e delle politiche di coesione, anche avvalendosi delle Camere di commercio, con particolare riferimento alle aree depresse, esercitando a tal fine le funzioni attribuite dalla legge in materia di strumenti di programmazione negoziata e di programmazione dell’utilizzo dei fondi strutturali comunitari. In materia finanziaria, ai sensi dell’art. 56 del D.Lgs. 300/1999, cura l’analisi del sistema fiscale e delle scelte inerenti alle entrate tributarie ed erariali in sede nazionale, comunitaria e internazionale, nonché alle attività di coordinamento.

La sua attività va coordinata con le 4 Agenzie Fiscali, regolate da apposita convenzione, cui il Ministero, per conto dello Stato, detta gli obiettivi da conseguire, e di cui nomina i vertici.

Infine, il Ministero svolge i compiti di vigilanza su enti e attività e le funzioni relative ai rapporti con le autorità di vigilanza e controllo previsti dalla legge, ai sensi dell’art. 23, comma 2, D.Lgs. 300/1999.

Il Ministro dell’economia e delle finanze è componente del Consiglio supremo di difesa.

Nei primi 100 giorni deve verificare il bilancio dello stato, Regioni, Province e Comuni e metterlo on line, deve fare la riforma di una unica tassazione al 20% uguale per tutti, farà il riassetto della RAI togliendo le lottizzazioni politiche e abolendo il canone. Come da contratto di servizio la RAI farà programmi culturali di qualità, telegiornali per far comprendere le cose, programmi per imparare le lingue (visto che puntiamo sul turismo), informazioni utili per far comprendere il rispetto all’ambiente, l’integrazione, le culture, la formazione. Metterà un tetto massimo degli stipendi per dare spazio a tanti giornalisti, conduttori, artisti, operatori, ecc

Il Ministro, avendo ricevuto mandato da tutti i cittadini italiani, deve sovrintendere tutti i lavori per ottenere il massimo per l’Italia e gli italiani nel più breve tempo possibile al miglior costo. Dovrà presentare agli studenti delle Università il problema da risolvere. Una volta ottenute le soluzioni le dovrà presentare in Parlamento, in seguito (se il progetto lo richiede) presentare ai cittadini le due soluzioni migliori per un referendum on line (senza costi per i cittadini). Il progetto dovrà essere completo con costi, tempi e dove si prendono le risorse economiche.

Il Ministro dovrà incontrare (in videoconferenza) una volta al mese tutte le Università coinvolte dai Sottosegretari.

I Sottosegretari dovranno incontrare una volta alla settimana tutte le Università coinvolte e in seguito andare ad incontrare i gruppi di lavoro che avranno deciso di partecipare per portare le soluzioni migliori. Dovranno anche coordinarsi con gli altri Ministeri per rendere i progetti integrati tra di loro.

I gruppi di lavoro degli studenti delle Università (che in tutte le Università italiane gli studenti sono oltre 1,6 milioni) che porteranno le due soluzioni migliori verranno remunerati. I due gruppi di lavoro degli studenti lavoreranno insieme al progetto scelto per portarlo a termine con regolare contratto di lavoro. Daremo l’opportunità di fare attività di formazione, scuola-lavoro e coadiuvati dai docenti avremo le idee migliori eseguite al meglio con i costi migliori.

Facoltà di Economia. Per materie come economia, matematica, finanza, marketing e diritto. Alcune università utilizzano la dicitura Facoltà di Economia Aziendale, Facoltà di Economia e Management o Facoltà di Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative.

Facoltà di Giurisprudenza. Per avvocati, notai e magistrati.

Facoltà di Informatica. Per l’informatica.

Facoltà di Scienze Politiche. Economia, diritto, storia e politica: tante sono le materie che si studiano in questa facoltà. L’obiettivo? Per lavorare nelle organizzazioni internazionali o nelle amministrazioni pubbliche.

Facoltà di Scienze Statistiche. Per la statistica, analizzare campioni e fare indagini.

Facoltà di Sociologia. Studiare la società, i comportamenti umani nella comunità e il loro evolversi.

Ministero dello Sviluppo Economico

Il Ministero ha competenze relative a quattro grandi ambiti dell’economia italiana[5].

Politica industriale: competitività, ricerca e innovazione industriale, trasferimento tecnologico, brevetti e marchi, lotta alla contraffazione, fondi e agevolazioni per le imprese, riconversione e riorganizzazione produttiva, gestione delle crisi aziendali, sostegno alle piccole e medie imprese, promozione della concorrenza, liberalizzazioni, tutela dei consumatori, semplificazione per le imprese, monitoraggio dei prezzi (tramite l’Osservatorio per la sorveglianza dei prezzi e delle tariffe, meglio conosciuto come Mister prezzi), metrologia legale e metalli preziosi, sicurezza dei prodotti e degli impianti, registro delle imprese e camere di commercio, vigilanza sul sistema cooperativo, sui consorzi agrari, sulle gestioni commissariali e sulle procedure di amministrazione straordinaria delle grandi imprese, sulle società fiduciarie e di revisione.
Politica per l’internazionalizzazione: esportazioni, facilitazione degli scambi con l’estero, strategie commerciali nell’ambito dell’Unione europea, accordi commerciali multilaterali e bilaterali, promozione degli investimenti italiani all’estero, attrazione di investimenti esteri in Italia, strumenti di difesa commerciale, promozione del Made in Italy.
Politica energetica: bilancio e strategia energetica nazionale, reti di trasporto, infrastrutture energetiche, sicurezza degli approvvigionamenti, mercato unico dell’energia elettrica, promozione delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica, riduzione delle emissione dei gas a effetto serra, smantellamento di impianti nucleari dismessi, mercato del gas nazionale, mercato e impianti petroliferi, minerali, estrazione degli idrocarburi in terraferma e nel mare, stoccaggio di gas naturale e metanizzazione del Mezzogiorno.
Politica per le comunicazioni: regolamentazione delle comunicazioni elettroniche, della radiodiffusione sonora e televisiva e del settore postale, contratto di servizio con RAI e Poste Italiane, ripartizione delle frequenze per i servizi di radiodiffusione sonora e televisiva, telefonia cellulare e servizi di emergenza, monitoraggio e controllo dello spettro radioelettrico nazionale, programma infrastrutturale per la banda larga.
Le funzioni svolte dal Ministero e gli organismi a cui sovrintende danno attuazione alle disposizioni del Codice del consumo, del Codice delle assicurazioni private, del Codice della proprietà industriale, del Codice delle comunicazioni elettroniche.

Il Ministro è componente del Consiglio supremo di difesa e nomina il segretario generale presso l’Autorità garante della concorrenza e del mercato (la cosiddetta Antitrust).

Nei primi 100 giorni dovrà attivare internet veloce gratis per tutti i cittadini, collaborare con la Polizia Postale delle Comunicazioni per la tutela delle imprese e del Made in Italy e attivare l’e-shop internazionale per i prodotti Made in Italy.

Il Ministro, avendo ricevuto mandato da tutti i cittadini italiani, deve sovrintendere tutti i lavori per ottenere il massimo per l’Italia e gli italiani nel più breve tempo possibile al miglior costo. Dovrà presentare agli studenti delle Università il problema da risolvere. Una volta ottenute le soluzioni le dovrà presentare in Parlamento, in seguito (se il progetto lo richiede) presentare ai cittadini le due soluzioni migliori per un referendum on line (senza costi per i cittadini). Il progetto dovrà essere completo con costi, tempi e dove si prendono le risorse economiche.

Il Ministro dovrà incontrare (in videoconferenza) una volta al mese tutte le Università coinvolte dai Sottosegretari.

I Sottosegretari dovranno incontrare una volta alla settimana tutte le Università coinvolte e in seguito andare ad incontrare i gruppi di lavoro che avranno deciso di partecipare per portare le soluzioni migliori. Dovranno anche coordinarsi con gli altri Ministeri per rendere i progetti integrati tra di loro.

I gruppi di lavoro degli studenti delle Università (che in tutte le Università italiane gli studenti sono oltre 1,6 milioni) che porteranno le due soluzioni migliori verranno remunerati. I due gruppi di lavoro degli studenti lavoreranno insieme al progetto scelto per portarlo a termine con regolare contratto di lavoro. Daremo l’opportunità di fare attività di formazione, scuola-lavoro e coadiuvati dai docenti avremo le idee migliori eseguite al meglio con i costi migliori.

Facoltà di Agraria. La facoltà di agraria è per lavorare nel settore agricolo o agroalimentare, ma anche per enti pubblici e organizzazioni internazionali come la FAO. Per approfondire le conoscenze in ambito enogastronomico, puoi studiare anche presso la Facoltà di Scienze Gastronomiche.

Facoltà di Architettura. Le materie principali che si studiano sono Costruzioni, Estetica, Disegno, Progettazione e Matematica.

Facoltà di Architettura e Design Industriale. L’Università Telematica San Raffaele con sede a Roma e Milano, offre corsi in Moda e design industriale.

Facoltà di Architettura Urbanistica e Ingegneria delle costruzioni. Dal 2015, la Scuola di Architettura Urbanistica e Ingegneria delle costruzioni ha sostituito la Scuola di Architettura e Società del Politecnico di Milano.

Facoltà di Beni Culturali o Conservazione di Beni Culturali. La facoltà di Beni Culturali studia principalmente civiltà antiche, storia, diritto, letteratura e arte. Per specializzarsi in archivistica esiste anche la Scuola Speciale Archivisti e Bibliotecari.

Facoltà di Biotecnologie o Scienze Biotecnologiche. Per tecnici di laboratorio medico di analisi, biologo o agrotecnico.

Facoltà di Design o Design e Arti. Per ideare e realizzare prodotti per l’industria o per diventare artigiano.

Facoltà di Economia. Per materie come economia, matematica, finanza, marketing e diritto. Alcune università utilizzano la dicitura Facoltà di Economia Aziendale, Facoltà di Economia e Management o Facoltà di Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative.

Facoltà di Farmacia. Per la professione di farmacista.

Facoltà di Giurisprudenza. Per avvocati, notai e magistrati.

Facoltà di Ingegneria. Per ingegneri. Gli indirizzi di specializzazione sono molti: informatica, chimica e biochimica, aerospaziale, biomedica, meccanica, gestionale, edile etc.

Facoltà di Ingegneria Industriale o dei Processi Industriali. Per Fisica Ambientale Applicata, Fisica Industriale Applicata, Bioingegneria Industriale, Disegno Industriale, Impianti Industriali, Macchine a Fluido, Meccanica Applicata, Metallurgia, Fondamenti Chimici per le Tecnologie, Scienza dei Materiali e Tecnologie di fabbricazione.

Facoltà di Ingegneria dell’Informazione. Per la ricerca di tecnologie e dispositivi, sensori, circuiti integrati a radiofrequenza, sistemi wireless, ingegneria del software, sistemi e reti di telecomunicazione.

Facoltà di Ingegneria Edile. Per architettura, ingegneria edile.

Facoltà di Interpretariato e Traduzione. Per diventare traduttore o interprete.

Facoltà di Lettere e Filosofia. Per insegnanti o per la storia, il latino, italiano e le materie umanistiche.

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere. Per le lingue straniere per interpreti e insegnanti di lingua.

Facoltà di Mediazione Linguistica e Culturale. Fornisce competenze nei linguaggi specialistici e nella comunicazione; ma anche conoscenze relative alle lingue straniere come veicolo di mediazione linguistica e culturale, in particolare nei settori del commercio estero e del turismo, attraverso le modalità dell’interpretazione e della traduzione.

Facoltà di Medicina e Chirurgia. La facoltà di Medicina e Chirurgia è una laurea magistrale a ciclo unico al cui termine è prevista un’ulteriore percorso di specializzazione.

Facoltà di Medicina Veterinaria. Per chi ama gli animali e vorrebbero curarli.

Facoltà di Professioni Sanitarie. I corsi in Professioni sanitarie sono 22, tra cui Ostetricia, Infermieristica, Fisioterapia, Logopedia, Igiene dentale.

Facoltà di Chimica. Per appassionati di Chimica, Fisica e Matematica e vorrebbero lavorare in laboratorio.

Facoltà di Odontoiatria e protesi Dentaria. Per diventare odontoiatra.

Facoltà di Musicologia. Per gli appassionati di musica, presso questa facoltà si studiano molte materie tra cui Archeologia del libro manoscritto, Analisi musicale, Armonia, Civiltà musicale greca e romana, Beni musicali, Drammaturgia Musicale.

Facoltà di Psicologia. Per diventare psicologo. In alcuni casi viene chiamata anche Facoltà di psicologia e scienze cognitive.

Facoltà di Scienze del Farmaco. L’obiettivo dei corsi di laurea in scienze del farmaco è lo sviluppo di progetti nel campo del farmaco e di prodotti della salute.

Facoltà di Scienze del Benessere o Facoltà di Scienze Motorie. Per lavorare nel settore delle attività motorie e sportive.

Facoltà di Scienze della Comunicazione. Per lavorare nell’ambito della comunicazione e della pubblicità online e non, in ambito pubblico o privato.

Facoltà di Scienze della Formazione. Per fare l’insegnate per i più piccoli. A volte è chiamata anche Facoltà di Scienze Umanistiche.

Facoltà di Scienze e Tecnologie. La facoltà di scienze e tecnologie è per chi si occuperà della gestione dell’ambiente e dell’innovazione nel rispetto dell’ambiente.

Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali. Per le scienze naturali.

Facoltà di Informatica. Per l’informatica.

Facoltà di Scienze Politiche. Economia, diritto, storia e politica: tante sono le materie che si studiano in questa facoltà. L’obiettivo? Per lavorare nelle organizzazioni internazionali o nelle amministrazioni pubbliche.

Facoltà di Scienze Sociali. La laurea in Scienze Sociali forma professionisti che vogliono diventare assistenti sociali.

Facoltà di Scienze Statistiche. Per la statistica, analizzare campioni e fare indagini.

Facoltà di Sociologia. Studiare la società, i comportamenti umani nella comunità e il loro evolversi.

Facoltà di Studi Orientali. La facoltà di studi orientali è volta a chi vuole specializzarsi nella conoscenza delle lingue e culture di Paesi Asiatici, tra cui russo, cinese e giapponese.

Dams. Per chi vuole studiare musica, danza, spettacolo, teatro, cinema e arte, il Dams offre la possibilità di specializzarsi in tutti questi settori.

Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali

Il ministero si occupa della politica agricola, fermo restando le competenze delle Regioni e delle Province autonome, dell’ambito agroalimentare, della pesca e dell’acquacoltura, delle foreste, con particolare riguardo alle frodi alimentari, alla sicurezza alimentare, delle funzioni e dei compiti statali spettanti in materia di agricoltura e foreste, caccia, alimentazione, pesca, produzione e prima trasformazione dei prodotti agricoli, come definiti dal paragrafo 1 dell’art. 32 del trattato che istituisce la Comunità europea, come modificato dal trattato di Amsterdam, ratificato con legge 16 giugno 1998, n. 209, nonché dalla vigente normativa comunitaria e nazionale. In particolare ha il compito specifico di rappresentare l’Italia nell’ambito della Commissione europea e del Parlamento europeo per la contrattazione della politica agricola comunitaria.

Nei primi 100 giorni deve fare una nuova normativa per certifica il VERO Bio e fare una nuova normativa per fare gli allevamenti che rispettano la dignità degli animali, contribuirà al riassetto della RAI.

Il Ministro, avendo ricevuto mandato da tutti i cittadini italiani, deve sovrintendere tutti i lavori per ottenere il massimo per l’Italia e gli italiani nel più breve tempo possibile al miglior costo. Dovrà presentare agli studenti delle Università il problema da risolvere. Una volta ottenute le soluzioni le dovrà presentare in Parlamento, in seguito (se il progetto lo richiede) presentare ai cittadini le due soluzioni migliori per un referendum on line (senza costi per i cittadini). Il progetto dovrà essere completo con costi, tempi e dove si prendono le risorse economiche.

Il Ministro dovrà incontrare (in videoconferenza) una volta al mese tutte le Università coinvolte dai Sottosegretari.

I Sottosegretari dovranno incontrare una volta alla settimana tutte le Università coinvolte e in seguito andare ad incontrare i gruppi di lavoro che avranno deciso di partecipare per portare le soluzioni migliori. Dovranno anche coordinarsi con gli altri Ministeri per rendere i progetti integrati tra di loro.

I gruppi di lavoro degli studenti delle Università (che in tutte le Università italiane gli studenti sono oltre 1,6 milioni) che porteranno le due soluzioni migliori verranno remunerati. I due gruppi di lavoro degli studenti lavoreranno insieme al progetto scelto per portarlo a termine con regolare contratto di lavoro. Daremo l’opportunità di fare attività di formazione, scuola-lavoro e coadiuvati dai docenti avremo le idee migliori eseguite al meglio con i costi migliori.

Facoltà di Agraria. La facoltà di agraria è per lavorare nel settore agricolo o agroalimentare, ma anche per enti pubblici e organizzazioni internazionali come la FAO. Per approfondire le conoscenze in ambito enogastronomico, puoi studiare anche presso la Facoltà di Scienze Gastronomiche.

Facoltà di Biotecnologie o Scienze Biotecnologiche. Per tecnici di laboratorio medico di analisi, biologo o agrotecnico.

Facoltà di Economia. Per materie come economia, matematica, finanza, marketing e diritto. Alcune università utilizzano la dicitura Facoltà di Economia Aziendale, Facoltà di Economia e Management o Facoltà di Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative.

Facoltà di Giurisprudenza. Per avvocati, notai e magistrati.

Facoltà di Ingegneria. Per ingegneri. Gli indirizzi di specializzazione sono molti: informatica, chimica e biochimica, aerospaziale, biomedica, meccanica, gestionale, edile etc.

Facoltà di Ingegneria Industriale o dei Processi Industriali. Per Fisica Ambientale Applicata, Fisica Industriale Applicata, Bioingegneria Industriale, Disegno Industriale, Impianti Industriali, Macchine a Fluido, Meccanica Applicata, Metallurgia, Fondamenti Chimici per le Tecnologie, Scienza dei Materiali e Tecnologie di fabbricazione.

Facoltà di Ingegneria dell’Informazione. Per la ricerca di tecnologie e dispositivi, sensori, circuiti integrati a radiofrequenza, sistemi wireless, ingegneria del software, sistemi e reti di telecomunicazione.

Facoltà di Medicina Veterinaria. Per chi ama gli animali e vorrebbero curarli.

Facoltà di Scienze del Benessere o Facoltà di Scienze Motorie. Per lavorare nel settore delle attività motorie e sportive.

Facoltà di Scienze e Tecnologie. La facoltà di scienze e tecnologie è per chi si occuperà della gestione dell’ambiente e dell’innovazione nel rispetto dell’ambiente.

Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali. Per le scienze naturali.

Facoltà di Informatica. Per l’informatica.

Facoltà di Scienze Politiche. Economia, diritto, storia e politica: tante sono le materie che si studiano in questa facoltà. L’obiettivo? Per lavorare nelle organizzazioni internazionali o nelle amministrazioni pubbliche.

Facoltà di Scienze Statistiche. Per la statistica, analizzare campioni e fare indagini.

Facoltà di Sociologia. Studiare la società, i comportamenti umani nella comunità e il loro evolversi.

Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Il Ministero dell’ambiente ha funzioni in materia di ambiente, ecosistema, tutela del patrimonio marino, atmosferico, nonché sulla valutazione di impatto ambientale (VIA), valutazione ambientale strategica (VAS) e per l’autorizzazione ambientale integrata (IPPC). Ha competenze in materia di tutela del suolo dalla desertificazione nonché del patrimonio idrogeologico. Coordina e sovrintende alle funzioni del cosiddetto Codice dell’ambiente, ossia il D. Lgs. 3 aprile 2006, n. 152, recante Norme in materia ambientale, che ha accorpato le precedenti normative.

Nei primi 100 giorni deve iniziare ad attuare il piano per il primo milione di tetti con il fotovoltaico per iniziare il piano energia pulita gratis per tutti, attivare il piano acqua potabile, contribuirà al riassetto della RAI.

Il Ministro, avendo ricevuto mandato da tutti i cittadini italiani, deve sovrintendere tutti i lavori per ottenere il massimo per l’Italia e gli italiani nel più breve tempo possibile al miglior costo. Dovrà presentare agli studenti delle Università il problema da risolvere. Una volta ottenute le soluzioni le dovrà presentare in Parlamento, in seguito (se il progetto lo richiede) presentare ai cittadini le due soluzioni migliori per un referendum on line (senza costi per i cittadini). Il progetto dovrà essere completo con costi, tempi e dove si prendono le risorse economiche.

Il Ministro dovrà incontrare (in videoconferenza) una volta al mese tutte le Università coinvolte dai Sottosegretari.

I Sottosegretari dovranno incontrare una volta alla settimana tutte le Università coinvolte e in seguito andare ad incontrare i gruppi di lavoro che avranno deciso di partecipare per portare le soluzioni migliori. Dovranno anche coordinarsi con gli altri Ministeri per rendere i progetti integrati tra di loro.

I gruppi di lavoro degli studenti delle Università (che in tutte le Università italiane gli studenti sono oltre 1,6 milioni) che porteranno le due soluzioni migliori verranno remunerati. I due gruppi di lavoro degli studenti lavoreranno insieme al progetto scelto per portarlo a termine con regolare contratto di lavoro. Daremo l’opportunità di fare attività di formazione, scuola-lavoro e coadiuvati dai docenti avremo le idee migliori eseguite al meglio con i costi migliori.

Facoltà di Agraria. La facoltà di agraria è per lavorare nel settore agricolo o agroalimentare, ma anche per enti pubblici e organizzazioni internazionali come la FAO. Per approfondire le conoscenze in ambito enogastronomico, puoi studiare anche presso la Facoltà di Scienze Gastronomiche.

Facoltà di Biotecnologie o Scienze Biotecnologiche. Per tecnici di laboratorio medico di analisi, biologo o agrotecnico.

Facoltà di Giurisprudenza. Per avvocati, notai e magistrati.

Facoltà di Ingegneria. Per ingegneri. Gli indirizzi di specializzazione sono molti: informatica, chimica e biochimica, aerospaziale, biomedica, meccanica, gestionale, edile etc.

Facoltà di Ingegneria dell’Informazione. Per la ricerca di tecnologie e dispositivi, sensori, circuiti integrati a radiofrequenza, sistemi wireless, ingegneria del software, sistemi e reti di telecomunicazione.

Facoltà di Medicina Veterinaria. Per chi ama gli animali e vorrebbero curarli.

Facoltà di Scienze e Tecnologie. La facoltà di scienze e tecnologie è per chi si occuperà della gestione dell’ambiente e dell’innovazione nel rispetto dell’ambiente.

Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali. Per le scienze naturali.

Facoltà di Informatica. Per l’informatica.

Facoltà di Scienze Politiche. Economia, diritto, storia e politica: tante sono le materie che si studiano in questa facoltà. L’obiettivo? Per lavorare nelle organizzazioni internazionali o nelle amministrazioni pubbliche.

Facoltà di Scienze Statistiche. Per la statistica, analizzare campioni e fare indagini.

Facoltà di Sociologia. Studiare la società, i comportamenti umani nella comunità e il loro evolversi.

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti si occupa di tutte le infrastrutture e dei lavori pubblici di competenza nazionale, ferme restando le competenze delle Regioni e delle Province autonome, delle reti di comunicazione stradali, autostradali, ferroviarie, lacuali, aeree e aeroportuali, marittime e portuali, attraverso le Capitanerie di Porto. Inoltre si occupa dell’edilizia residenziale, pubblica e privata, e sovrindente alla pianificazione degli appalti pubblici di competenza statale del Codice dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, di cui al D. Lgs. n. 163/2006, ferme restando le competenze delle regioni e dell’autorità indipendente: l’Autorità Nazionale Anticorruzione – ANAC. Esercita le competenze sulle vie stradali previste dal Codice della Strada, di cui al D. Lgs. n. 285/1992; le competenze in ambito marittimo e della navigazione, compresa la marina mercantile, e la navigazione aerea, entrambe regolate dal codice della navigazione, di cui al r.d. n. 327/1942.

Il settore delle infrastrutture e dei contratti pubblici è poi sottoposto alla vigilanza dell’autorità amministrativa indipendente del settore, ossia l’Autorità nazionale anticorruzione – ANAC, già Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, di cui al Codice dei contratti pubblici, ai sensi del d. Lgs. n. 163/2006, già Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici ex legge n. 109/1994.

Nei primi 100 giorni iniziare la mappatura di tutte le infrastrutture e il loro stato per generare un ordine di priorità e urgenza, contribuirà al riassetto della RAI.

Il Ministro, avendo ricevuto mandato da tutti i cittadini italiani, deve sovrintendere tutti i lavori per ottenere il massimo per l’Italia e gli italiani nel più breve tempo possibile al miglior costo. Dovrà presentare agli studenti delle Università il problema da risolvere. Una volta ottenute le soluzioni le dovrà presentare in Parlamento, in seguito (se il progetto lo richiede) presentare ai cittadini le due soluzioni migliori per un referendum on line (senza costi per i cittadini). Il progetto dovrà essere completo con costi, tempi e dove si prendono le risorse economiche.

Il Ministro dovrà incontrare (in videoconferenza) una volta al mese tutte le Università coinvolte dai Sottosegretari.

I Sottosegretari dovranno incontrare una volta alla settimana tutte le Università coinvolte e in seguito andare ad incontrare i gruppi di lavoro che avranno deciso di partecipare per portare le soluzioni migliori. Dovranno anche coordinarsi con gli altri Ministeri per rendere i progetti integrati tra di loro.

I gruppi di lavoro degli studenti delle Università (che in tutte le Università italiane gli studenti sono oltre 1,6 milioni) che porteranno le due soluzioni migliori verranno remunerati. I due gruppi di lavoro degli studenti lavoreranno insieme al progetto scelto per portarlo a termine con regolare contratto di lavoro. Daremo l’opportunità di fare attività di formazione, scuola-lavoro e coadiuvati dai docenti avremo le idee migliori eseguite al meglio con i costi migliori.

Facoltà di Architettura. Le materie principali che si studiano sono Costruzioni, Estetica, Disegno, Progettazione e Matematica.

Facoltà di Architettura Urbanistica e Ingegneria delle costruzioni. Dal 2015, la Scuola di Architettura Urbanistica e Ingegneria delle costruzioni ha sostituito la Scuola di Architettura e Società del Politecnico di Milano.

Facoltà di Beni Culturali o Conservazione di Beni Culturali. La facoltà di Beni Culturali studia principalmente civiltà antiche, storia, diritto, letteratura e arte. Per specializzarsi in archivistica esiste anche la Scuola Speciale Archivisti e Bibliotecari.

Facoltà di Biotecnologie o Scienze Biotecnologiche. Per tecnici di laboratorio medico di analisi, biologo o agrotecnico.

Facoltà di Economia. Per materie come economia, matematica, finanza, marketing e diritto. Alcune università utilizzano la dicitura Facoltà di Economia Aziendale, Facoltà di Economia e Management o Facoltà di Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative.

Facoltà di Ingegneria. Per ingegneri. Gli indirizzi di specializzazione sono molti: informatica, chimica e biochimica, aerospaziale, biomedica, meccanica, gestionale, edile etc.

Facoltà di Ingegneria Industriale o dei Processi Industriali. Per Fisica Ambientale Applicata, Fisica Industriale Applicata, Bioingegneria Industriale, Disegno Industriale, Impianti Industriali, Macchine a Fluido, Meccanica Applicata, Metallurgia, Fondamenti Chimici per le Tecnologie, Scienza dei Materiali e Tecnologie di fabbricazione.

Facoltà di Ingegneria dell’Informazione. Per la ricerca di tecnologie e dispositivi, sensori, circuiti integrati a radiofrequenza, sistemi wireless, ingegneria del software, sistemi e reti di telecomunicazione.

Facoltà di Ingegneria Edile. Per architettura, ingegneria edile.

Facoltà di Scienze e Tecnologie. La facoltà di scienze e tecnologie è per chi si occuperà della gestione dell’ambiente e dell’innovazione nel rispetto dell’ambiente.

Facoltà di Scienze Statistiche. Per la statistica, analizzare campioni e fare indagini.

Facoltà di Sociologia. Studiare la società, i comportamenti umani nella comunità e il loro evolversi.

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali è competente per tutte le funzioni spettanti allo Stato in materia di politica del lavoro e sviluppo dell’occupazione, di tutela del lavoro e dell’adeguatezza del sistema previdenziale e di politiche sociali, con particolare riferimento alla prevenzione e riduzione delle condizioni di bisogno e disagio delle persone delle famiglie, la solidarietà, i flussi di immigrazione insieme alle Prefetture o con lo Sportello dell’immigrazione.

In particolare, il dicastero determina in materia di politiche sociali e previdenziali:

i principi ed obiettivi della politica sociale, i criteri generali per la programmazione della rete degli interventi di integrazione sociale; gli standard organizzativi delle strutture interessate;
gli standard dei servizi sociali essenziali; i criteri di ripartizione delle risorse del Fondo nazionale per le politiche sociali, politica di tutela abitativa a favore delle fasce sociali deboli ed emarginate;
l’assistenza tecnica, a richiesta degli enti locali e territoriali;
cura i rapporti con gli organismi internazionali, coordinamento dei rapporti con gli organismi comunitari;
prevede i requisiti per la determinazione dei profili professionali degli operatori sociali e per la relativa formazione;
effettua il controllo e la vigilanza amministrativa e tecnico-finanziaria sugli enti di previdenza e assistenza obbligatoria e sulle organizzazioni non lucrative di utilità sociale e sui patronati.
In materia di politiche del lavoro e dell’occupazione e tutela dei lavoratori:

stabilisce l’indirizzo, la programmazione, lo sviluppo, il coordinamento e la valutazione delle politiche del lavoro e dell’occupazione;
dispone la gestione degli incentivi alle persone a sostegno dell’occupabilità e della nuova occupazione;
determina le politiche della formazione professionale come strumento delle politiche attive del lavoro, nonché l’indirizzo, la promozione e il coordinamento in materia di collocamento e politiche attive del lavoro;
effettua la vigilanza dei flussi di entrata dei lavoratori esteri non comunitari; cura il raccordo con organismi internazionali, la conciliazione delle controversie di lavoro individuali e plurime e la risoluzione delle controversie collettive di rilevanza pluri regionale;
effettua la conduzione del sistema informativo del lavoro (SIL);
sorveglia le condizioni di sicurezza nei posti di lavoro e i profili di sicurezza dell’impiego sul lavoro di macchine, impianti e prodotti industriali, con esclusione di quelli destinati ad attività sanitarie e ospedaliere e dei mezzi di circolazione stradale;
dispone le ispezioni sul lavoro e il controllo sulla disciplina del rapporto di lavoro subordinato, autonomo o para subordinato, a prescindere dal contratto di lavoro tipico od atipico di volta in volta utilizzato; cura l’assistenza e l’accertamento delle condizioni di lavoro degli italiani all’estero.
In materia di Fondi pensione bisogna ricordare l’attività dell’autorità amministrativa indipendente di settore, la Commissione di Vigilanza sui fondi Pensione – COVIP, istituita ai sensi del D. Lgs. 21 aprile 1993 n. 124, e completamente autonoma dal Ministero, che ha il compito di garantire ed assicurare la trasparenza e la correttezza nella gestione e nell’amministrazione dei fondi pensione.

In materia di sciopero è presente la Commissione di garanzia dell’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali, che è un’autorità amministrativa indipendente, istituita dall’art. 12 della L. 12 giugno 1990, n. 146, quale garante dei servizi pubblici nei periodi in cui sono proclamati gli scioperi.

Nei primi 100 giorni collaborare con il Ministro del turismo e con la Carta d’Identità Digitale per creare il data base del lavoro domande/offerte collegati al territorio, contribuirà al riassetto della RAI.

Il Ministro, avendo ricevuto mandato da tutti i cittadini italiani, deve sovrintendere tutti i lavori per ottenere il massimo per l’Italia e gli italiani nel più breve tempo possibile al miglior costo. Dovrà presentare agli studenti delle Università il problema da risolvere. Una volta ottenute le soluzioni le dovrà presentare in Parlamento, in seguito (se il progetto lo richiede) presentare ai cittadini le due soluzioni migliori per un referendum on line (senza costi per i cittadini). Il progetto dovrà essere completo con costi, tempi e dove si prendono le risorse economiche.

Il Ministro dovrà incontrare (in videoconferenza) una volta al mese tutte le Università coinvolte dai Sottosegretari.

I Sottosegretari dovranno incontrare una volta alla settimana tutte le Università coinvolte e in seguito andare ad incontrare i gruppi di lavoro che avranno deciso di partecipare per portare le soluzioni migliori. Dovranno anche coordinarsi con gli altri Ministeri per rendere i progetti integrati tra di loro.

I gruppi di lavoro degli studenti delle Università (che in tutte le Università italiane gli studenti sono oltre 1,6 milioni) che porteranno le due soluzioni migliori verranno remunerati. I due gruppi di lavoro degli studenti lavoreranno insieme al progetto scelto per portarlo a termine con regolare contratto di lavoro. Daremo l’opportunità di fare attività di formazione, scuola-lavoro e coadiuvati dai docenti avremo le idee migliori eseguite al meglio con i costi migliori.

Facoltà di Economia. Per materie come economia, matematica, finanza, marketing e diritto. Alcune università utilizzano la dicitura Facoltà di Economia Aziendale, Facoltà di Economia e Management o Facoltà di Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative.

Facoltà di Giurisprudenza. Per avvocati, notai e magistrati.

Facoltà di Lettere e Filosofia. Per insegnanti o per la storia, il latino, italiano e le materie umanistiche.

Facoltà di Mediazione Linguistica e Culturale. Fornisce competenze nei linguaggi specialistici e nella comunicazione; ma anche conoscenze relative alle lingue straniere come veicolo di mediazione linguistica e culturale, in particolare nei settori del commercio estero e del turismo, attraverso le modalità dell’interpretazione e della traduzione.

Facoltà di Psicologia. Per diventare psicologo. In alcuni casi viene chiamata anche Facoltà di psicologia e scienze cognitive.

Facoltà di Scienze della Formazione. Per fare l’insegnate per i più piccoli. A volte è chiamata anche Facoltà di Scienze Umanistiche.

Facoltà di Scienze Politiche. Economia, diritto, storia e politica: tante sono le materie che si studiano in questa facoltà. L’obiettivo? Per lavorare nelle organizzazioni internazionali o nelle amministrazioni pubbliche.

Facoltà di Scienze Sociali. La laurea in Scienze Sociali forma professionisti che vogliono diventare assistenti sociali.

Facoltà di Scienze Statistiche. Per la statistica, analizzare campioni e fare indagini.

Facoltà di Sociologia. Studiare la società, i comportamenti umani nella comunità e il loro evolversi.

Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca

Il ministero è responsabile dell’istruzione nelle scuole di ogni ordine e grado, sia pubbliche che private (per queste ultime limitatamente ai programmi). Cura la vigilanza sulle istituzioni universitarie, dotate di forte autonomia per dettato costituzionale ex art. 33. Sovrintende alla ricerca dello Stato attraverso le apposite strutture. Tramite l’amministrazione centrale, programma e orienta le politiche educative che poi vengono attuate e gestite localmente dagli Uffici regionali, dagli Uffici degli ambiti territoriali (UAT) e dalle singole istituzioni scolastiche. Il sito ufficiale del Miur è un punto di riferimento per le comunicazioni ufficiali. Ma altrettanto importante è il portale di Istanze on line. Quest’ultimo è un sito dedicato allo snellimento delle procedure amministrative.

Nei primi 100 giorni deve collaborare con tutti i Ministri e tutte le Università per sviluppare tutti i progetti, contribuirà al riassetto della RAI.

Il Ministro, avendo ricevuto mandato da tutti i cittadini italiani, deve sovrintendere tutti i lavori per ottenere il massimo per l’Italia e gli italiani nel più breve tempo possibile al miglior costo. Dovrà presentare agli studenti delle Università il problema da risolvere. Una volta ottenute le soluzioni le dovrà presentare in Parlamento, in seguito (se il progetto lo richiede) presentare ai cittadini le due soluzioni migliori per un referendum on line (senza costi per i cittadini). Il progetto dovrà essere completo con costi, tempi e dove si prendono le risorse economiche.

Il Ministro dovrà incontrare (in videoconferenza) una volta al mese tutte le Università coinvolte dai Sottosegretari.

I Sottosegretari dovranno incontrare una volta alla settimana tutte le Università coinvolte e in seguito andare ad incontrare i gruppi di lavoro che avranno deciso di partecipare per portare le soluzioni migliori. Dovranno anche coordinarsi con gli altri Ministeri per rendere i progetti integrati tra di loro.

I gruppi di lavoro degli studenti delle Università (che in tutte le Università italiane gli studenti sono oltre 1,6 milioni) che porteranno le due soluzioni migliori verranno remunerati. I due gruppi di lavoro degli studenti lavoreranno insieme al progetto scelto per portarlo a termine con regolare contratto di lavoro. Daremo l’opportunità di fare attività di formazione, scuola-lavoro e coadiuvati dai docenti avremo le idee migliori eseguite al meglio con i costi migliori.

Facoltà di Biotecnologie o Scienze Biotecnologiche. Per tecnici di laboratorio medico di analisi, biologo o agrotecnico.

Facoltà di Ingegneria dell’Informazione. Per la ricerca di tecnologie e dispositivi, sensori, circuiti integrati a radiofrequenza, sistemi wireless, ingegneria del software, sistemi e reti di telecomunicazione.

Facoltà di Lettere e Filosofia. Per insegnanti o per la storia, il latino, italiano e le materie umanistiche.

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere. Per le lingue straniere per interpreti e insegnanti di lingua.

Facoltà di Mediazione Linguistica e Culturale. Fornisce competenze nei linguaggi specialistici e nella comunicazione; ma anche conoscenze relative alle lingue straniere come veicolo di mediazione linguistica e culturale, in particolare nei settori del commercio estero e del turismo, attraverso le modalità dell’interpretazione e della traduzione.

Facoltà di Chimica. Per appassionati di Chimica, Fisica e Matematica e vorrebbero lavorare in laboratorio.

Facoltà di Psicologia. Per diventare psicologo. In alcuni casi viene chiamata anche Facoltà di psicologia e scienze cognitive.

Facoltà di Scienze del Farmaco. L’obiettivo dei corsi di laurea in scienze del farmaco è lo sviluppo di progetti nel campo del farmaco e di prodotti della salute.

Facoltà di Scienze della Comunicazione. Per lavorare nell’ambito della comunicazione e della pubblicità online e non, in ambito pubblico o privato.

Facoltà di Scienze della Formazione. Per fare l’insegnate per i più piccoli. A volte è chiamata anche Facoltà di Scienze Umanistiche.

Facoltà di Scienze e Tecnologie. La facoltà di scienze e tecnologie è per chi si occuperà della gestione dell’ambiente e dell’innovazione nel rispetto dell’ambiente.

Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali. Per le scienze naturali.

Facoltà di Informatica. Per l’informatica.

Facoltà di Scienze Sociali. La laurea in Scienze Sociali forma professionisti che vogliono diventare assistenti sociali.

Facoltà di Scienze Statistiche. Per la statistica, analizzare campioni e fare indagini.

Facoltà di Sociologia. Studiare la società, i comportamenti umani nella comunità e il loro evolversi.

Facoltà di Studi Orientali. La facoltà di studi orientali è volta a chi vuole specializzarsi nella conoscenza delle lingue e culture di Paesi Asiatici, tra cui russo, cinese e giapponese.

Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo

Nei primi 100 giorni tutelerà le nostre spiagge e il rilancio del turismo, contribuirà al riassetto della RAI. 

Il Ministro, avendo ricevuto mandato da tutti i cittadini italiani, deve sovrintendere tutti i lavori per ottenere il massimo per l’Italia e gli italiani nel più breve tempo possibile al miglior costo. Dovrà presentare agli studenti delle Università il problema da risolvere. Una volta ottenute le soluzioni le dovrà presentare in Parlamento, in seguito (se il progetto lo richiede) presentare ai cittadini le due soluzioni migliori per un referendum on line (senza costi per i cittadini). Il progetto dovrà essere completo con costi, tempi e dove si prendono le risorse economiche.

Il Ministro dovrà incontrare (in videoconferenza) una volta al mese tutte le Università coinvolte dai Sottosegretari.

I Sottosegretari dovranno incontrare una volta alla settimana tutte le Università coinvolte e in seguito andare ad incontrare i gruppi di lavoro che avranno deciso di partecipare per portare le soluzioni migliori. Dovranno anche coordinarsi con gli altri Ministeri per rendere i progetti integrati tra di loro.

I gruppi di lavoro degli studenti delle Università (che in tutte le Università italiane gli studenti sono oltre 1,6 milioni) che porteranno le due soluzioni migliori verranno remunerati. I due gruppi di lavoro degli studenti lavoreranno insieme al progetto scelto per portarlo a termine con regolare contratto di lavoro. Daremo l’opportunità di fare attività di formazione, scuola-lavoro e coadiuvati dai docenti avremo le idee migliori eseguite al meglio con i costi migliori.

Facoltà di Beni Culturali o Conservazione di Beni Culturali. La facoltà di Beni Culturali studia principalmente civiltà antiche, storia, diritto, letteratura e arte. Per specializzarsi in archivistica esiste anche la Scuola Speciale Archivisti e Bibliotecari.

Facoltà di Interpretariato e Traduzione. Per diventare traduttore o interprete.

Facoltà di Lettere e Filosofia. Per insegnanti o per la storia, il latino, italiano e le materie umanistiche.

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere. Per le lingue straniere per interpreti e insegnanti di lingua.

Facoltà di Mediazione Linguistica e Culturale. Fornisce competenze nei linguaggi specialistici e nella comunicazione; ma anche conoscenze relative alle lingue straniere come veicolo di mediazione linguistica e culturale, in particolare nei settori del commercio estero e del turismo, attraverso le modalità dell’interpretazione e della traduzione.

Facoltà di Musicologia. Per gli appassionati di musica, presso questa facoltà si studiano molte materie tra cui Archeologia del libro manoscritto, Analisi musicale, Armonia, Civiltà musicale greca e romana, Beni musicali, Drammaturgia Musicale.

Facoltà di Scienze della Comunicazione. Per lavorare nell’ambito della comunicazione e della pubblicità online e non, in ambito pubblico o privato.

Facoltà di Scienze Statistiche. Per la statistica, analizzare campioni e fare indagini.

Facoltà di Sociologia. Studiare la società, i comportamenti umani nella comunità e il loro evolversi.

Facoltà di Studi Orientali. La facoltà di studi orientali è volta a chi vuole specializzarsi nella conoscenza delle lingue e culture di Paesi Asiatici, tra cui russo, cinese e giapponese.

Dams. Per chi vuole studiare musica, danza, spettacolo, teatro, cinema e arte, il Dams offre la possibilità di specializzarsi in tutti questi settori.

Ministero della Salute

Il Ministero della salute è l’organo centrale del Servizio sanitario nazionale, cui sono attribuite le funzioni spettanti allo Stato in materia di tutela della salute umana, di coordinamento del Sistema sanitario nazionale, di sanità veterinaria, di tutela della salute nei luoghi di lavoro, di igiene e sicurezza degli alimenti, ferme restando le competenze esclusive delle Regioni che le esercitano tramite le aziende sanitarie locali. Predispone il Piano sanitario nazionale, rappresenta l’elemento di raccordo con l’Organizzazione mondiale della sanità – OMS e con l’Agenzia europea per i medicinali – EMA.

Nei primi 100 giorni un programma di informazione e prevenzione con la possibilità di invecchiare meglio per tutti i cittadini e con un grande risparmio per il SSN. Dovrà iniziare la mappatura di tutte le strutture: posti letto, dipendenti, bilanci, entrate uscite il tutto per migliorare e rendere più efficace e efficiente la Sanità per i cittadini italiani, contribuirà al riassetto della RAI.

Il Ministro, avendo ricevuto mandato da tutti i cittadini italiani, deve sovrintendere tutti i lavori per ottenere il massimo per l’Italia e gli italiani nel più breve tempo possibile al miglior costo. Dovrà presentare agli studenti delle Università il problema da risolvere. Una volta ottenute le soluzioni le dovrà presentare in Parlamento, in seguito (se il progetto lo richiede) presentare ai cittadini le due soluzioni migliori per un referendum on line (senza costi per i cittadini). Il progetto dovrà essere completo con costi, tempi e dove si prendono le risorse economiche.

Il Ministro dovrà incontrare (in videoconferenza) una volta al mese tutte le Università coinvolte dai Sottosegretari.

I Sottosegretari dovranno incontrare una volta alla settimana tutte le Università coinvolte e in seguito andare ad incontrare i gruppi di lavoro che avranno deciso di partecipare per portare le soluzioni migliori. Dovranno anche coordinarsi con gli altri Ministeri per rendere i progetti integrati tra di loro.

I gruppi di lavoro degli studenti delle Università (che in tutte le Università italiane gli studenti sono oltre 1,6 milioni) che porteranno le due soluzioni migliori verranno remunerati. I due gruppi di lavoro degli studenti lavoreranno insieme al progetto scelto per portarlo a termine con regolare contratto di lavoro. Daremo l’opportunità di fare attività di formazione, scuola-lavoro e coadiuvati dai docenti avremo le idee migliori eseguite al meglio con i costi migliori.

Facoltà di Farmacia. Per la professione di farmacista.

Facoltà di Medicina e Chirurgia. La facoltà di Medicina e Chirurgia è una laurea magistrale a ciclo unico al cui termine è prevista un’ulteriore percorso di specializzazione.

Facoltà di Odontoiatria e protesi Dentaria. Per diventare odontoiatra.

Facoltà di Scienze del Farmaco. L’obiettivo dei corsi di laurea in scienze del farmaco è lo sviluppo di progetti nel campo del farmaco e di prodotti della salute.

Facoltà di Professioni Sanitarie. I corsi in Professioni sanitarie sono 22, tra cui Ostetricia, Infermieristica, Fisioterapia, Logopedia, Igiene dentale.

Facoltà di Scienze del Benessere o Facoltà di Scienze Motorie. Per lavorare nel settore delle attività motorie e sportive.

CONTATTACI

Se vuoi vedere riconosciuti I Tuoi Fondamentali Diritti Costituzionali contattaci. Se vuoi chiarimenti o informazioni siamo a tua disposizione, ti risponderemo il prima possibile.

Sending

©2017 MGO Movimento per la Gente Onesta Cod. Fisc./P. IVA 97645600152 - Web Design World Wide Management

Log in with your credentials

Forgot your details?

ELEZIONI 2018 MANCANO 294 Giorni 9 Orari 0 Minuti 10 secondi al cambiamento
Iscriviti ora